Oggi è 23/07/2014, 21:07

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 29/04/2013, 10:55 
Non connesso
Utente
Utente
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2012, 7:54
Messaggi: 168
Costa Club: Aquamarine
Latitudes: Bronzo
Crociere effettuate: 2
Giorni di Crociera: 16
Torniamo sull'annoso problema delle mance, chi dice siano giuste e chi invece proprio non le sopporta.
Vorrei fare una riflessione con voi sull'argomento in quanto si è sempre detto che le mance integrano il basso compenso percepito dall'equipaggio e che non pagarle (sulle navi dov'è permesso) o comunque lamentarsi della loro esistenza sia proprio una grave mancanza nei confronti di chi fa di tutto per farci passare una bella vacanza.
Ora io girerei il discorso: riflettiamo sul fatto che le nostre mance siano indispensabili per far si che l'equipaggio abbia una paga degna in quanto le compagnie fanno dei contratti ai dipendenti con le paghe in base al loro paese di provenienza e quindi diano loro uno stipendio da fame.
Vi chiedo: sono peggio quei crocieristi che non vogliono pagare le mance o le compagnie che pagano una miseria i loro dipendenti per poi obbligare i clienti ad integrarne la paga con le mance?


Condividi su Facebook  Condividi su Twitter  Condividi su Google+  
Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Re: Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 29/04/2013, 12:16 
Non connesso
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente

Iscritto il: 27/02/2011, 17:56
Messaggi: 6463
Località: Roma
Costa Club: Gold Pearl
Crown & Anchor: Gold
Msc Club: Classic
Latitudes: Bronzo
Crociere effettuate: 24
Giorni di Crociera: 202
Io mi risento di più verso le compagnie crocieristiche!
Devono essere loro in prima battuta a garantire uno stipendio decoroso ai loro dipendenti!!
Poi le "mance" possono essere un plus... ma di base economica deve esserci già qualcosa di sicuro e dignitoso!!

_________________
Alessia Moderatrice di Crocierista.com
Reporter da Civitavecchia per Crocierista.com

... Sorpresa, dopo tanto d'un amore credevo di averlo sparpagliato per il mondo ... (Giuseppe Ungaretti)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Re: Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 30/04/2013, 7:16 
Non connesso
Utente
Utente
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2012, 7:54
Messaggi: 168
Costa Club: Aquamarine
Latitudes: Bronzo
Crociere effettuate: 2
Giorni di Crociera: 16
E' un po' quello che penso anch'io, vorrei sentire anche il parere degli altri crocieristi :)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Re: Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 30/04/2013, 9:59 
Non connesso
Utente Senior
Utente Senior
Avatar utente

Iscritto il: 18/05/2012, 12:49
Messaggi: 2547
Località: NAPOLI
Costa Club: Coral
Crown & Anchor: Gold
Msc Club: Gold
Crociere effettuate: 15
Giorni di Crociera: 102
Fermo restando che condivido in pieno quanto da voi espresso, cioè dello stipendio decoroso che dovrebbe essere garantito a tutti dalle compagnie a prescindere dalle mance che, secondo me, devono essere una scelta del singolo crocerista in base al servizio ricevuto, voglio porrre una domanda: il compenso decoroso come lo valutiamo?
Mi spiego meglio se una persona vive in Europa il nostro stipendio ha un valore (già diverso come valore tra i vari stati) ma se trasportiamo lo stesso importo che so, per esempio in Malesia, questo aumenta enormemente il suo valore a parità di importo. Quindi, ripeto, come stabiliamo se è decoroso o meno?
Ci tengo a precisare che non conosco gli importi pagati ai vari dipendenti nè il valore dello stesso nel paese di orige del dipendente, per cui la mia vuole essere solo una domanda e non una giustificazione per le compagnie crocieristiche.

_________________
Immagine
OUR DREAM 2014: OASIS OF THE SEAS
OUR DREAM 2015 ALLURE OF THE SEAS: HAS BECOME A REALITY


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Re: Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 30/04/2013, 10:25 
Non connesso
Utente
Utente
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2012, 7:54
Messaggi: 168
Costa Club: Aquamarine
Latitudes: Bronzo
Crociere effettuate: 2
Giorni di Crociera: 16
cruiser ha scritto:
ma se trasportiamo lo stesso importo che so, per esempio in Malesia, questo aumenta enormemente il suo valore a parità di importo. Quindi, ripeto, come stabiliamo se è decoroso o meno?


Potrebbe essere ad esempio rapportato alla bandiera battente dalla nave, quindi se la nave è italiana tutto l'equipaggio avrà una paga "italiana".

Se vado a lavorare in Svizzera è per prendere più soldi al pari degli svizzeri, se invece mi dicono "sei italiano ed in quanto tale ti diamo 1000 euro al mese" ovvio che qualcosa non va


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Re: Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 30/04/2013, 10:53 
Connesso
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente

Iscritto il: 25/08/2009, 9:13
Messaggi: 4678
Località: Roma
Costa Club: Pearl
Crown & Anchor: Gold
Msc Club: Classic
Crociere effettuate: 14
Giorni di Crociera: 81
Probabilmente il discorso della mancia obbligatoria nasce dal fatto che non si vogliono penalizzare i dipendenti che non hanno la possibilità di interagire frequentemente con gli ospiti .

Mi spiego meglio:
Io do la mancia al cabinista perché ha svolto un lavoro eccellete e ai camerieri al tavolo per il loro servizio impeccabile, invece non ho la possibilità di interagire con i dipendenti che lavorano dietro le "quinte".
Da qui immagino l'esigenza di una mancia fissa perché venga ridistribuita tra i vari lavoratori.

_________________
Fabio Meli Moderatore globale di Crocierista.com
Immagine
Attenzione! E' stato rilevato un Errore nell'Applicatore tra la tastiera e la sedia.
Reinstallare l'utente, quindi riavviare Windows.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Re: Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 30/04/2013, 11:02 
Non connesso
Utente
Utente
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2012, 7:54
Messaggi: 168
Costa Club: Aquamarine
Latitudes: Bronzo
Crociere effettuate: 2
Giorni di Crociera: 16
Può essere vero, ma perchè è obbligatoria? Sarà mica perchè la paga è bassa e necessita un'integrazione? Altrimenti anche quando andiamo in un hotel dovremmo lasciare le mance obbligatorie per tutti coloro che non vediamo, invece quest'usanza c'è solo sulle navi... :!:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Re: Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 30/04/2013, 13:08 
Non connesso
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente

Iscritto il: 27/02/2011, 17:56
Messaggi: 6463
Località: Roma
Costa Club: Gold Pearl
Crown & Anchor: Gold
Msc Club: Classic
Latitudes: Bronzo
Crociere effettuate: 24
Giorni di Crociera: 202
Io ritengo che lo stipendio debba essere erogato in base al paese dove si viene impiegati... quindi se questi persone che lavorano a bordo vengono impiegate da compagnie italiane/tedesche/americane, ecc... dovrebbero percepire lo stesso compenso economico di una persona di pari nazionalità e non dovrebbero essere "penalizzate" solo perchè il loro paese di origine è magari povero e disperato! :x
Le mance poi dovrebbero essere un più alla paga "decorosa" che viene percepita in default!

_________________
Alessia Moderatrice di Crocierista.com
Reporter da Civitavecchia per Crocierista.com

... Sorpresa, dopo tanto d'un amore credevo di averlo sparpagliato per il mondo ... (Giuseppe Ungaretti)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Re: Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 30/04/2013, 13:52 
Non connesso
Utente Senior
Utente Senior

Iscritto il: 10/05/2011, 13:49
Messaggi: 2557
Crociere effettuate: 0
Giorni di Crociera: 0
Copio incollo un articolo apparso su Repubblica pochi giorni dopo l'incidente del Giglio:
"L’80 per cento del mercato mondiale, dai Caraibi all’America Latina, dall’Asia al Mediterraneo è controllato da tre grandi compagnie: la Carnival Corporation (di cui fa parte Costa Crociere), la Royal Caribbean, entrambe con sede a Miami, e la Star Cruises, con sede a Hong Kong.
Si tratta di multinazionali quotate in borsa, che fatturano milioni di dollari e che hanno navi ovunque, spesso registrate con le cosiddette “bandiere di convenienza”, i paesi che non impongono molte regole né controlli, come Panama, Barbados, Bahamas, Liberia.
Basta salire a bordo di una di queste navi per vedere che i clienti delle crociere vengono quasi tutti dai paesi più ricchi mentre la gran parte dei lavoratori appartiene al Sud globale, in particolare al Sudest asiatico e all’America Latina. Solo gli ufficiali sono dello stesso paese dell’armatore, italiani nel caso di Costa.
Complessivamente il numero dei marittimi delle crociere non è molto alto, circa 150 mila persone in tutto il mondo, secondo le stime più recenti, di cui oltre la metà impiegati nella divisione alberghiera. Per i lavoratori con le qualifiche più basse le condizioni sono pesanti, con turni di 10 o 13 ore, poche pause per il riposo, salari differenziati in base alla nazionalità, contratti precari di pochi mesi stipulati negli stessi paesi di provenienza attraverso agenzie che arrivano a chiedere anche duemila dollari per assicurare un posto.
Se un lavoratore qualificato, ad esempio un cuoco, può arrivare a guadagnare 700 dollari al mese, i non specializzati, come gli addetti alle pulizie o i camerieri, partono da stipendi fissi di circa 100 dollari, dovendo poi contare sulla generosità dei clienti e sulle loro mance. Il sindacato internazionale dei trasporti (Itf) ha stabilito con gli armatori una serie di condizioni minime, ma sono del tutto facoltative e in molti casi vengono disattese.
Non sembra essere il caso della Costa crociere, però, le cui navi continuano a battere bandiera italiana e gli standard minimi di lavoro sono garantiti, dal trattamento economico agli alloggi dell’equipaggio. Anzi, va detto che Costa è una delle compagnie promotrici della nuova Convenzione del lavoro marittimo, MLC, adottata dall’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo) nel 2006 proprio per elevare i livelli di qualità."

Come ho avuto modo di dire in altre occasioni le navi iscritte e battenti bandiera di paesi come l'Italia, o Francia ecc. soggiaciono alle leggi di questi paesi ed alle verifiche e controlli delle autorità preposte a tale scopo, da questi paesi stessi. Nei paesi di comodo tutto questo è moooooooolto più aleatorio.

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: http://www.crocierista.com/forum/argomenti-vari-su-navi-e-crociere-f244/parliamo-di-mance-t9954.html Re: Parliamo di mance...
MessaggioInviato: 30/04/2013, 14:20 
Connesso
Utente Senior
Utente Senior
Avatar utente

Iscritto il: 18/01/2013, 16:02
Messaggi: 1446
Costa Club: Gold Pearl
Msc Club: Silver
Latitudes: Bronzo
Crociere effettuate: 16
Giorni di Crociera: 135
Sono daccordo con Alessia per tutti i commenti che ha fatto, e con alcuni commenti dell'autore.

Ritengo che le compagnie si comportano peggio con i loro lavoratori , dei crocieristi che ritengono di non essere stati soddisfatti e di non pagare la mancia/tassa, per i seguenti motivi:

La tassa di servizio, detta mancia, vuole solo approfittare da parte delle compagnie della situazione economica svantaggiata del personale preso nei paesi di tutto il mondo. A queste compagnie non gli basta dargli 4 SOLDI e trattarli alla pari di "lavoratori d'altri tempi" , ma hanno voluto approfittare di questa clausola di "provviggione a servizio reso" per SFRUTTARLI ANCOR DI PIU' , e scaricare su di loro le controversie che hanno con la clientela.

Costa Crociere , agli Italiani le fa' pagare OBBLIGATORIAMENTE , ai tedeschi NO, questo significa che se saliamo sulle navi Costa tutti abbiamo diritto a non pagarle se esistesse una ragione , perche' quel contratto di Costa e' un contratto capestro m secondo il mio giudizio senza nessuna validita' . Sarebbe come dire voi Europei siete DIVERSI , e VOI ITALIANI PAGATE ANCHE PER I DISSERVIZI; quindi ai camerieri sulla nave farebbe paura trattare male i Tedeschi , mentre agli Italiani possono pure non sbadare...

In 9 anni abbiamo lasciato alle compagnie da crociera tutto cio' che abbiamo risparmiato , e continueremo a farlo ,
ma queste compagnie dovrebbero avere piu' rispetto per i propri impiegati e per la propria clientela,
perche' questa tassa di servizio non rispetta nessuno .

Su altro sito ho notato che al contrario del sito crocierista.com , tutti si aprivano la bocca dicendo che era da Furbi & Poveracci avvalersi sulle mance/tasse di questi lavoratori. Visto che so' che ci leggono gli rispondo apertamente:

I poveracci ed i Furbi sono tutti coloro che in quel sito nascondono ai loro utenti ed amici che della crociera non pagano un'emerita ... (niente tranne i 130€ di tassa di imbarco, perche' sono parenti di ufficiali di bordo) ed altri (tantissimi) lavorando nel settore hanno diritto a vantaggi che li porta nelle migliori sistemazioni con 4 soldi!!!

Facile allora dire che la tassa di servizio si deve pagare anche se si hanno avuti disservizi... (comqunque hanno un interesse o come parenti ed addetti ai lavori , non se lo possono permettere di lamentarsi)

Ormai andare in crociera e' diventato un lavoro . Ci dobbiamo districare per non restare delusi tra :
Offerte migliori
Trattamenti diversi (cabine con o sensa servizio)
Clientela VIP e clientela NIP
Poi se passiamo dal sito sbagliato dobbiamo vedere se siamo capitati con persone dello stesso "ceto" senno' con l'esigenza di dovere risparmiare , ti fanno passare o per crocierista "Furbo" o per crocierista accattone/o/emigrante/o/immigrato/o/poveraccio che usa la nave come barcone da trasporto e deve essere magari messo e' trattato da 3a. classe...

Grazie a Dio oggi sono su crocierista.com , perche' a frequentare e sentire cosa inculcano certa gente mi stava passando la voglia di salire sulle navi...

_________________
Roberto


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
       
News News Sitemap Sitemap Indice della Sitemap Indice della Sitemap Feed RSS Feed RSS Lista dei Canali Lista dei Canali