[justify:1nij8zw4]Il gruppo armatoriale giapponese Nippon Yusen Kaisha (NYK) ha siglato un accordo per cedere l'intero capitale azionario della compagnia crocieristica Crystal Cruises alla Genting Hong Kong Ltd. (GHK) per 550 milioni di dollari. Secondo le previsioni, la transazione sarà portata a termine nel secondo trimestre di quest'anno e la compagnia passerà di mano nel primo trimestre del 2016.

Crystal Cruises, che è stata costituita nel 1988, opera due navi da crociera di lusso, la Crystal Symphony e la Crystal Serenity. La Crystal Symphony è stata costruita nel 1995 dal cantiere navale finlandese Kvaerner Masa-Yards di Turku (ora STX Finland) ed ha una capacità di 922 passeggeri e 545 membri dell'equipaggio. La Crystal Serenity, costruita nel 2003 dal cantiere francese Chantiers de l'Atlantique (ora STX France), ha una capacità di 1.070 passeggeri e 655 membri dell'equipaggio. Dopo il passaggio della proprietà della compagnia al gruppo GHK la flotta di Crystal Cruises sarà dotata di una terza nave di nuova costruzione.

Genting Hong Kong opera già nel settore crocieristico attraverso la società integralmente controllata Star Cruises e la quota di maggioranza (25% al 31 dicembre scorso) nella compagnia Norwegian Cruise Line (NCL). «Crystal Cruises - ha sottolineato il chairman e CEO di GHK, Tan Sri Lim Kok - rappresenta la sintesi della compagnia crocieristica di lusso e lo standard di servizio a cui tutte le altre compagnie crocieristiche aspirano». L'amministratore delegato del gruppo di Hong Kong ha precisato che gli attuali management ed equipaggi della compagnia giapponese continueranno a guidare Crystal Cruises: «Genting - ha specificato - fornirà le risorse finanziarie e la comprovata esperienza nella progettazione di navi innovative per la costruzione di una nuova nave che stabilirà i più elevati standard delle navi da crociera di lusso. Questa nuova nave, assieme al leggendario servizio a sei stelle di Crystal, rafforzerà la nomea di Crystal Cruises quale compagnia crocieristica di lusso leader mondiale per i prossimi decenni».[/justify:1nij8zw4]

fonte:inforMARE