Risultati da 1 a 5 di 5

Discussione: Le Bandiere a bordo

  1. #1
    Deputy Administrator L'avatar di viglio57
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    6,579

    Le Bandiere a bordo

    Il bon ton nell’uso delle bandiere è ritenuto un caposaldo nella tradizione marinaresca poiché, da sempre, l’unico mezzo sicuro per comunicare tra imbarcazioni è il contatto visivo ed, in alcuni casi, acustico.
    Partendo da quello che è il “Codice internazionale dei Segnali” possiamo vedere come ogni singola bandiera acquisisca un significato di lettera dell’alfabeto se issata assieme ad altre, un significato proprio e codificato se issata singolarmente.
    Oltre alle bandiere previste dal codice internazionale c’è ancora una questione di fondo da approfondire, le bandiere di nazionalità, cortesia, armatoriali e i relativi usi che vedremo in seguito:
    • BANDIERA DI NAZIONALITA' - Ogni barca o postazione a terra deve issare all’alba la bandiera relativa alla propria nazionalità che sarà, tra tutte, la più grande. Questo serve a comunicare a chi eventualmente dovesse vederci che la barca/base è sveglia e operativa. Questa stessa bandiera andrà ammainata e risposta al tramonto, quando, anche se la base non cessa le sue attività, è inutile che venga lasciata sventolare in quanto che il buio nessuno potrebbe vederla. In barca questa bandiera va sempre esposta e il più a poppa possibile. La bandiera esprime la nazionalità della barca ma non necessariamente quella dell’armatore
      [/*:m:6n0ysoeo]
    • BANDIERA DI CORTESIA - La bandiera di cortesia è invece la bandiera che è “buona norma” issare quando si sta navigando delle acque o circoscrizioni differenti da quelle della nostra bandiera nazionale (es in Croazia una barca italiana dovrà esporre la bandiera Croata).
      Per le barche a motore viene issata sull'asta di prora, per le barche a vela deve essere issata a dritta sulla parte esterna, mentre per le imbarcazioni con più di un albero sarà issata alla sagola della crocetta principale di dritta dell'albero di maestra
      [/*:m:6n0ysoeo]
    • BANDIERA ARMATORIALE - La bandiera armatoriale è la bandiera che contraddistingue l’armatore e che può essere scelta liberamente purché non assomigli a bandiere già in uso. Sugli yachts a motore con albero centrale, viene issata a sinistra parte interna; su imbarcazioni fornite di albero singolo, viene issata alla crocetta principale di sinistra; su quelle a più alberi alla crocetta principale di sinistra dell'albero di maestra; oppure, se non esiste crocetta, su quelle a due alberi, sull'albero prodiero, su quelle a tre alberi all'albero poppiero. Essa viene issata quando l’armatore sale e ammainata quando scende. Essa dovrà sempre lasciare il posto qualora in barca fosse imbarcata un’alta autorità (capo di stato, principe, etc) o per cortesia qualora ci fosse a bordo un capitano di grado maggiore, al posto della quale viene issata la bandiera relativa.[/*:m:6n0ysoeo]

    Fonte: http://www.navis.it
    Vincenzo Ameglio Deputy Administrator
    www.vincenzoameglio.it

  2. #2

    Re: Le Bandiere a bordo

    C'e' da precisare alcune cose.
    La bandiera nazionale in navigazione, quindi anche all'ancora, e' posizionata sull'alberetto, mentre quando ormeggiata in porto viene ammainata e sostituita con una maggiore a poppa.

    Per quanto riguarda la bandiera Armatoriale, a me non risulta che venga usata solo quando c'e' l'armatore a bordo, ma 'e il simbolo della compagnia.

    Normalmente in navigazione le bandiere comprese anche quelle nazionali vengono tolte, per preservarne l'integrità; e rimesse solo quando in approsimazione al porto.

    Ciao a tutti

  3. #3

    Re: Le Bandiere a bordo

    La bandiera nazionale deve essere alzata:
    a) in navigazione, quando si naviga in prossimità di terra, quando si incrociano navi di cui si voglia riconoscere la nazionalità e quando una nave militare nazionale o di potenza amica ne faccia invito alzando la propria bandiera;
    b) in porto, dall’alba al tramonto del sole, a poppa, in tutte le feste nazionali, solennità civili o su ordine dell’autorità marittima;
    c) all’entrata e all’uscita dai porti e durante i movimenti in porto.
    La violazione di tali obblighi è soggetta a sanzione amministrativa.

    L’uso da parte di navi nazionali della bandiera di stati esteri, nelle acque territoriali di questi ultimi, è regolato, a condizione di reciprocità, dagli usi internazionali.
    Una nave italiana che si trovi in un porto estero ospitante o nelle sue acque territoriali, deve alzare alla crocetta ad estrema dritta la bandiera di questo paese (bandiera di cortesia), al centro (se in navigazione) la propria e a sinistra quella della Compagnia o dell’Armatore.
    Quando viene alzata la bandiera di stati esteri, deve sempre essere alzata, a poppa, la bandiera nazionale.

    ... dai miei appunti per il conseguimento della patente nautica

  4. #4

    Re: Le Bandiere a bordo

    Infatti e', così; i tuo appunti sono corretti..... ma poi in realta' in navigazione (in alto mare) vengono tolte.... altrimenti butti una bandiera al giorno

  5. #5

    Re: Le Bandiere a bordo

    solo una cosa....ho qualche dubbio sull'ultima riga dei tuoi appunti.

    La bandiera di cortesia dello stato "ospitante" va issata anche in navigazione e quindi la bandiera nazionale di poppa non deve essere issata, ma resta quella sull'alberetto al centro come hai ben specificato.
    Almeno questo e' l'uso che generalmente viene eseguito.


    Saluti

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •